Laurea Magistrale inIngegneria Matematica

Iscriversi

Docenti

Course catalogue

Laurearsi

Il corso di laurea in breve

CFU
0
ANNI
0
Università partner
0
STUDENTI INTERNAZIONALI
0

Piano didattico

Laurea magistrale in Ingegneria Matemtica, classe LM 44 (D.M. 270/2004)

A.A. 2019/2020

Percorsi disponibili

Advanced scientific computing and statistical methods [ASCSM]
Scientific computing and modern applications [SCMA]

Primo anno

Applied partial differential equations (6 CFU)

  Docente: Corrado Lattanzio


  Semestre: 1


Secondo anno

2 insegnamenti a scelta tra (12 CFU)

  Semestre: 1

  La scelta deve essere effettuata coerentemente al percorso scelto. Consultare il regolamento didattico per maggiori informazioni.

[ASCSM] = Advanced scientific computing and statistical methods

[SCMA] = Scientific computing and modern applications


  • Data analytics and data mining [SCMA] - 6 CFU
  • Machine learning [ASCSM] - 6 CFU
  • Mathematical fluid dynamics [ASCSM] - 6 CFU
  • Modelling and control of networked distributed systems [ASCSM], [SCMA] - 6 CFU

Piano didattico 2019/2020

Piano didattico 2018/2019

Piano didattico 2017/2018

Il secondo anno del percorso “Advanced scientific computing and statistical methods” può essere svolto a L’Aquila o in una delle seguenti sedi del Programma InterMaths

Katowice, Polonia

University of Silesia in Katowice

Leopoli, Ucraina

Ivan Franko National University of Lviv

Il secondo anno del percorso “Scientific computing and modern applications” può essere svolto a L’Aquila o in una delle seguenti sedi del Programma InterMaths

Brno, Republica Ceca

Brno University of Technology

Danzica, Polonia

Gdansk University of Technology

Karlastad, Svezia

Karlstad University

Sbocchi lavorativi

I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe associano ad una conoscenza approfondita degli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base, con particolare riferimento alla fisica, un'avanzata conoscenza degli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria in generale. Hanno le competenze avanzate per affrontare i problemi sperimentali, computazionali, tecnologici, economici, epistemologici connessi con la costruzione, la verifica della validità e l'utilizzazione di modelli; sono pertanto capaci di utilizzare tali conoscenze e competenze per identificare, interpretare, descrivere, formulare e risolvere problemi dell'ingegneria anche complessi. Sono inoltre dotati di conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale (cultura d'impresa) e dell'etica professionale.

Le competenze associate alla funzione del laureato magistrale in questo corso di studi includono l’innovazione e progettazione avanzata, in particolare per quanto riguarda la definizione e la validazione dei modelli e delle procedure di calcolo, con particolare riferimento a uno o più settori tecnologici. I laureati in Ingegneria Matematica potranno esercitare funzioni di elevata responsabilità presso centri di sviluppo e progettazione, pubblici e privati, nei settori tecnologici avanzati dell'industria, laboratori di calcolo e società che forniscono trattazione dei dati e sviluppo di codici di calcolo numerico per l'industria.

I principali sbocchi occupazionali e professionali riguardano: società di ingegneria dedite sia ad attività di consulenza che di ricerca e sviluppo; società o enti pubblici per la gestione di servizi; società manifatturiere che producono ed integrano sistemi complessi; società che producono software dedicato alla modellazione e alla simulazione; istituti e laboratori di ricerca nel campo dell’ingegneria e della matematica applicata.

Il corso di studi prepara alla professione di (codifiche ISTAT): Matematici (2.1.1.3.1); Statistici (2.1.1.3.2); Analisti e progettisti di software (2.1.1.4.1); Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze matematiche e dell’informazione (2.6.2.1.1).

Obiettivi formativi specifici

L'evoluzione del contesto scientifico, tecnologico ed economico richiedono figure professionali capaci di affrontare problemi sempre più complessi con un approccio integrato tra modellazione matematica e uso di risorse computazionali. Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Matematica coglie questa sfida e si propone di formare laureati di profilo ampiamente multidisciplinare e caratterizzati da una solida preparazione teorico-metodologica nella modellistica matematica e nel calcolo scientifico.
La solida formazione teorica sarà accompagnata e resa concreta da conoscenza ed esperienza in almeno un dominio applicativo, nell'ambito dell'ingegneria o delle scienze, e integrata con capacità di comunicare e interagire con esperti in ambiti dell'ingegneria, delle scienze fisiche e naturali, dell'economia e delle scienze sociali. I lavori di tirocinio e tesi presso laboratori di ricerca ed aziende, costituiranno un ulteriore elemento di formazione, permettendo di mettere in pratica le capacità di problem solving sviluppate e le conoscenze apprese.

Gli obiettivi formativi del percorso di studi sono:

Saper affrontare in modo flessibile, ma rigoroso, problemi complessi in ambito multidisciplinare, mediante la costruzione di modelli matematici, e la loro risoluzione numerica mediante l'uso di risorse computazionali di calcolo scientifco
Saper valutare quali tecniche risolutive e quali strumenti computazionali e tecnologici usare, sviluppando un approccio ingegneristico finalizzato alla risoluzione di un problema nel modo più efficiente possibile
Saper comunicare ed interagire con esperti in almeno un dominio applicativo, comprendendo le problematiche principali e il linguaggio specifico.
I laureati del corso di studi avranno una formazione che permetterà loro sia di entrare con successo nel mondo dell'impresa, che di continuare lo studio in un dottorato di ricerca negli ambiti modellistici e computazionali.

Al termine del processo formativo lo studente acquisirà:

un’approfondita conoscenza e una chiara comprensione delle basi metodologiche
dell'ingegneria matematica;
il gusto di studiare e la capacità di adoperare in generale i principi e i metodi della Matematica e della Fisica;
la sensibilità per adeguarne l'impiego alle difficoltà specifiche del problema da risolvere, all'accuratezza di soluzione desiderata, anche sotto l’aspetto tecnologico, e all’investimento di tempo e denaro sostenibile.
La verifica delle conoscenze e delle capacità di comprensione viene condotta in modo organico nel quadro di tutte le verifiche di profitto previste nel Corso di Studi.

In particolare, le basi metodologiche e i principi della matematica e della fisica vengono acquisiti nell'ambito delle discipline matematiche, fisiche e informatiche previste (Analisi Matematica, Analisi Numerica, Fisica Matematica), mentre gli aspetti inerenti il loro impiego in problemi concreti sono maggiormente trattati nell'ambito delle discipline ingegneristiche (Automatica, Sistemi di elaborazione delle informazioni, Fluidodinamica) e in discipline matematiche più a carattere applicativo, in particolare nel settore dell'Analisi Numerica.

La verifica delle conoscenze e delle capacità di comprensione viene condotta in modo organico nel quadro di tutte le verifiche di profitto previste nel corso di studio.

Al termine del processo formativo lo studente avrà acquisito la capacità di:

ideazione/realizzazione di modelli, sia mediante insegnamenti inerenti le discipline matematiche (Analisi Matematica, Fisica Matematica), sia mediante quelli ingegneristici, in particolare nell'ambito della Fluidodinamica;
gestione di sistemi complessi, in particolare mediante gli insegnamenti nei settori dell'Automatica e dei Sistemi di elaborazione delle informazioni;
formulare e risolvere problemi in aree nuove ed emergenti della propriaspecializzazione, in particolare negli aspetti legati al calcolo scientifico e ai big data, mediante insegnamenti nei settori dell'Analisi numerica e dei Sistemi di elaborazione delle informazioni;
svolgere una funzione di collegamento tra ingegneri di formazione tradizionale ed esperti di altre discipline, grazie in particolare alla coesistenza nel percorso di attività formative di base nelle discipline matematiche, con un occhio alle possibili applicazioni di quest'ultime, e di attività formative ingegneristiche a forte caratterizzazione modellistica.
La verifica della capacità di applicare conoscenza e comprensione viene effettuata tramite le prove scritte e/o orali previste per gli esami di profitto, in particolare tramite le prove di esame delle discipline che prevedono un’attività progettuale e, per le altre attività formative, tramite la prova finale.

Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Matematica

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in Ingegneria Matematica è necessario essere in possesso della Laurea, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, congiuntamente al possesso di requisiti curriculari di area matematico-scientifico-tecnologica e all'adeguatezza della personale preparazione in area matematica.

In particolare, i requisiti curriculari richiesti sono la Laurea conseguita nelle classi 25 o 32 D.M.509/1999 ovvero nelle classi L-30 o L-35 D.M.270/2004, o in alternativa il possesso della Laurea conseguita in altre classi ma con il vincolo di possedere almeno 90 CFU nei settori scientifico disciplinari FIS/*, MA T/*, ICAR/*, ING-IND/*, ING-INF/*. Potranno essere ammessi al corso anche studenti con titolo di studio conseguito all'estero qualora, in base a valutazioni di equipollenza dei contenuti formativi riconosciuti, sia possibile accertare l'adeguatezza dei requisiti curricolari posseduti.

Essendo la didattica prevista interamente in inglese, si richiede che lo studente possegga in accesso adeguate competenze linguistiche relative all'inglese scritto e orale, con riferimento anche al lessico disciplinare, di livello almeno pari al B2.

La verifica delle conoscenze richieste per l'accesso nonché l'eventuale individuazione di percorsi specifici all'interno della laurea magistrale dipendenti dai requisiti curriculari soddisfatti sono effettuati dal Consiglio di Area Didattica sulla base dei documenti presentati dagli studenti interessati in sede di domanda di immatricolazione.

Per gli studenti interessati ai percorsi MathMods e InterMaths, è prevista la selezione da parte del relativo Consorzio mediante apposita Commissione internazionale (composta dai coordinatori locali delle istituzioni partner del Consorzio e presieduta dal Coordinatore del Programma) che analizza le domande di ammissione al programma. E' richiesto anche l'invio di ulteriori documenti, per i quali si rimanda ai siti dedicati dei due progetti.

Course catalogue

Segreteria Virtuale

Orari delle lezioni

Laboratori

Calendario accademico

Alloggi

Esami

Offerte di lavoro

Search